Leggi&Diritto

Green pass: cos’è e come si ottiene

leggi-diritto-civile-novita-giurisprudenza

Green pass: cos’è e come si ottiene. Ecco una delle domande più frequenti del momento. Il green pass è una certificazione del Ministero della Salute, resa in formato digitale, che facilita la libera circolazione in sicurezza dei cittadini dell’UE e la partecipazione ad eventi pubblici. Dal 1° luglio la certificazione verde sarà valida come EU digital Covid certificate.

Green pass: come si ottiene

La certificazione può essere ottenuta attraverso canali sia digitali sia fisici.

Per quanto riguarda i canali digitali, può essere richiesta:

Per quanto riguarda i canali fisici, invece, è possibile rivolgersi a medici di medicina generale, pediatri o farmacisti presentando il codice fiscale e la tessera sanitaria.

Quanto costa il green pass

La certificazione è gratuita.

Chi può averlo

La certificazione può essere ottenuta da chiunque:

  • abbia effettuato la prima dose di vaccino o il vaccino monodose da almeno 15 giorni;
  • abbia completato il ciclo vaccinale;
  • sia risultato negativo a un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti;
  • sia guarito dal Covid-19 nei sei mesi precedenti.

Quanto dura il green pass

La durata è variabile:

  • in caso di prima dose di vaccinazione, avrà durata fino alla dose successiva;
  • in caso di completamento del ciclo vaccinale, la certificazione avrà una validità di 270 giorni (circa 9 mesi) dalla data di somministrazione della seconda dose (o del vaccino monodose);
  • in caso di tampone, la validità sarà di 48 ore dal prelievo;
  • nei casi di guarigione, la validità sarà di 180 giorni (6 mesi).

Questo e altri approfondimenti puoi trovarli nella rubrica Leggi&Diritto del Blog Simone.

Torna al Blog